Blog

Strategie di sviluppo della filiera legno energia in provincia di Trento

Si svolge a Trento Fiere (via Briamasco 2) dal 17 al 19 ottobre la Triennale Internazionale del Legno, con molti appuntamenti e convegni. Fra questi ricordiamo in particolare il convegno a cura di AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali):

Strategie di sviluppo della filiera legno-energia in Provincia di Trento

Sabato 18 ottobre, ore 9.30 - Sala Congressi Trento Fiere

a cura di AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali) .

Il Nobel per la fisica agli inventori del LED blu

Il premio è stato assegnato agli scienziati giapponesi Isamu Akasaki e Hiroshi Amano e Shuji Nakamura inventori del LED a luce blu, che hanno permesso di arrivare a costruire la luce bianca necessaria per l'illuminazione comunemente usata.

Le lampade a LED sviluppate più di recente hanno un'efficienza record di quasi 20 volte quella di una lampadina elettrica e 4 volte quella di una lampada a neon. Ciò comporta un notevole risparmio su scala globale, se consideriamo che un quarto dell'energia elettrica mondiale è utilizzata per l'illuminazione.

EDGE: software libero per la progettazione di edifici efficienti in paesi emergenti

La Banca Mondiale attraverso il suo braccio settore privato, l’International Finance Corporation (IFC), ha recentemente debuttato con il suo strumento online chiamato EDGE (Excellence in Design for Greater Efficiencies) che permette a chiunque, dagli imprenditori ai manager ospedalieri ai proprietari di abitazione, di modellare l’efficienza di un edificio utilizzando varie opzioni e materiali alternativi. Per utilizzare il software EDGE, si può risiedere in qualsiasi parte del mondo, ma il progetto deve essere costruito in uno degli oltre 100 paesi dei mercati emergenti previsti.

Revisione della norma UNI TS 11300 su certificazione energetica degli edifici

Sono state pubblicate le nuove versioni della UNI/TS 11300-1:2014 “Prestazioni energetiche degli edifici - Parte 1: Determinazione del fabbisogno di energia termica dell'edificio per la climatizzazione estiva ed invernale” e della UNI/TS 11300-2:2014 “Prestazioni energetiche degli edifici - Parte 2: Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale, per la produzione di acqua calda sanitaria, per la ventilazione e per l'illuminazione in edifici non residenziali”.

Impianti biogas per aziende agricole: domande di contributo dal 7 al 20 ottobre

Le aziende zootecniche, singole o associate, che intendono realizzare impianti per la produzione di energia derivante da biogas potranno presentare al Servizio Agricoltura domanda di contributo a partire dal 7 ottobre ed entro il 20 dello stesso mese. Lo stabilisce la delibera, firmata dall'assessore all'agricoltura Michele Dallapiccola, con la quale la Giunta provinciale ha approvato oggi i criteri e le modalità per la concessione di tali contributi.

Riaccensione degli impianti termici

Il Trentino è diviso in 2 zone climatiche: la Zona E e la Zona F. Fa parte della Zona E tutto il territorio provinciale con altitudine non superiore a 431 metri sul livello del mare (compresa), mentre al di sopra di tale quota la zona corrispondente è la Zona F.
Il peridodo di attivazione degli impianti di climatizzazione invernale è il seguente:
Zona E: ore 14 giornaliere dal 15 ottobre al 15 aprile;
Zona F: nessuna limitazione.

Linee guida ENEA per l'esecuzione delle ispezioni sugli impianti termici

L'Enea ha pubblicato le sue Linee guida per la definizione dei regolamenti per l'esecuzione degli accertamente e delle ispezioni sugli impianti termici degli edifici ai sensi del D.Lgs.192/2005 e del DPR 74/2013.

Nuovo libretto d’impianto per la climatizzazione e nuovi rapporti di controllo di efficienza energetica

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.M. 10 febbraio 2014 recante i nuovi "Modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 74/2013.

Messa fuori servizio di impianti fuori norma (per manutentori)

Si raccomanda di procedere senza indugio con la messa fuori servizio dell’impianto (spegnimento caldaia e scollegamento dell’alimentazione del combustibile) in situazioni ritenute pericolose per l’incolumità degli occupanti, descrivendo in maniera dettagliata le anomalie riscontrate nella sezione “prescrizioni” del rapporto di controllo e diffidando il proprietario ad utilizzare l’impianto senza aver posto rimedio alle anomalie riscontrate, così come previsto dalla norma UNi10738 e dal D.M. 10 febbraio 2014. È opportuno inoltre inviare una segnalazione ad APRIE per i controlli di competenza.

Depotenziamento caldaie (per installatori e manutentori)

La portata termica dei bruciatori a gasolio o a gas di alcuni impianti viene modificata, sostituendo l’ugello e/o riducendo la pressione di alimentazione del combustibile, riportando poi la nuova portata termica presunta sul libretto d’impianto. Tale operazione viene fatta nella convinzione che riducendo a valori inferiori a 35kW la portata termica del bruciatore, si possa evitare di sottostare alla regola tecnica di prevenzione incendi di cui al D.M. 12 aprile 1996 per impianti sopra i 35kW.

Periodicità delle manutenzioni

Il D.P.R. 74 del 16 aprile 2013 entrato in vigore il 13 agosto 2013 stabilisce che, qualora l'impresa installatrice non abbia fornito proprie istruzioni specifiche, le manutenzioni devono essere eseguite conformemente alle prescrizioni e con la periodicità contenute nelle istruzioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante (libretto d’uso e manutenzione). Quasi tutti i modelli in commercio prescrivono di effettuare la manutenzione con cadenza annuale.

Vani tecnici

La UNi7129 stabilisce che gli apparecchi a gas possono essere installati in appositi vani tecnici ubicati all’interno o all’esterno degli edifici. I vani tecnici devono essere dotati di almeno un’apertura permanente di aerazione, rivolta verso l’esterno, di superficie non minore di 100 cm2. In alternativa, all’apertura di aerazione rivolta all’esterno, i vani tecnici possono essere aerati tramite condotti di aerazione di sezione non minore di 150 cm2.

Camera di raccolta e apertura d’ispezione

La UNi7129 prescrive che ogni camino debba avere al di sotto dell’allacciamento all’apparecchio un’altezza pari ad almeno 500 mm da utilizzarsi come camera di raccolta e che l’accesso a detta camera deve essere garantito mediante un’apertura di ispezione munita di chiusura metallica con guarnizione; le caratteristiche strutturali della camera di raccolta devono essere le stesse del camino.

Canali da fumo fuori norma (per manutentori)

Il manutentore che all’atto della manutenzione di un generatore atmosferico si trovi di fronte ad un canale da fumo che non rispetta le prescrizioni di cui alla norma UNi7129 (due diametri in verticale, lunghezza eccessiva, pendenza inadeguata, troppi cambiamenti di direzione) e che non è stato dimensionato da un progettista tramite i metodi generali di cui alla norma UNi EN 13384 o similari, può verificare il corretto tiraggio del sistema tramite metodo diretto oppure indiretto.

Canali da fumo fuori norma (per progettisti)

La norma UNi7129 afferma che i canali da fumo asserviti ad apparecchi di tipo B a tiraggio naturale con scarico verticale devono essere dotati di un tratto verticale di lunghezza non minore di due diametri e che il tratto sub orizzontale deve avere pendenza almeno pari al 5% e lunghezza non maggiore di 2,5mt. Inoltre non sono ammessi più di 2 cambiamenti di direzione con esclusione del raccordo di imbocco al camino.

Termostato fumi

Il Decreto ministeriale 21 aprile 1993 (entrato in vigore il 18 maggio 1993) ha approvato la norma UNi7271:1988 - Caldaie ad acqua funzionanti con bruciatore atmosferico – Dispositivi di controllo della evacuazione dei prodotti della combustione - Prescrizioni di sicurezza - la quale prescrive che le caldaie di tipo B1 devono essere dotate di termostato fumi che arresti il generatore nel caso in cui sia impedita la corretta evacuazione dei fumi.

I flussi mondiali di energia sotto forma di un diagramma Sankey interattivo

Il diagramma Sankey è un particolare tipo di visualizzazione di flusso, in cui la larghezza delle frecce è proporzionale alla quantità di flusso. Il diagramma Sankey è spesso utilizzato per visualizzare i dati statistici connessi all'energia. Statistiche dell'energia sull'offerta, il commercio, le scorte, la trasformazione e la domanda sono importanti per acquisire conoscenze e quindi poter fornire decisioni professionali nel campo della politica energetica.

Sportello impianti termici

Lo Sportello impianti termici risponde alle tante domande dei cittadini e dei tecnici del settore sulle tematiche inerenti gli impianti termici, in particolar modo rispetto alle normative relative alla sicurezza e all' efficienza energetica.
Presso lo Sportello troverete persone preparate e capaci di risolvere i problemi che possono sorgere nella gestione e messa a norma del vostro impianto termico.
Lo Sportello impianti termici è attivo tutti i giovedì mattina dalle ore 09.30 alle ore 12.00 presso la sede dell'Ecosportello in Via Torre Verde 34.

Pubblicate sul sito del Ministero le FAQ sul Libretto di impianto

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato sul suo sito alcune risposte a domande frequenti riguardanti il nuovo Libretto d'impianto per la climatizzazione.
La cosa più importate che emerge dalle risposte è che per impianto termico si deve intendere il complesso di apparecchi, dispositivi e sottosistemi installati in modo fisso caratterizzanti il sistema edificio/impianto, senza limiti di potenza.

Il sito dell'osservatorio: i flussi di notizie

Abbiamo visto precedentemente come sia possibile ricercare contenuti specifici all'interno del sito dell'osservatorio. Una funzionalità utile, fornita dalle newsletter dell'osservatorio, è quella di ricevere periodicamente un estratto dei nuovi contenuti pubblicati sul sito. Una newsletter tuttavia presenta una vista, completa o parziale, dei nuovi contenuti che non è decisa dall'utente ma dai gestori del sito. Nel caso dell'osservatorio abbiamo due newsletter, una generale l'altra di carattere più specifico dedicata agli impianti termici.

Italia: la storia dell'asino e dell'economista

Riportiamo di seguito la traduzione di un intervento del prof. Ugo Bardi che illustra la potenziale pericolosità di accettare in modo acritico e superficiale le storie raccontate tramite indicatori statistici troppo aggregati e che risultano, in alcuni casi limite, mal definiti.

Il sito dell'osservatorio: la ricerca dei contenuti

La ricerca dei contenuti pubblicati sul sito dell'osservatorio energia di APRIE può essere fatta in tre modi diversi:

Dolomiti Energia accende i primi generatori a fuel cell made in Trentino

Unici partecipanti italiani al progetto europeo ene.field, SOFCpower ed il Gruppo Dolomiti Energia sono entrati a far parte della piu’ grande dimostrazione in Europa, su larga scala, di sistemi a celle a combustibile per il mercato residenziale e commerciale. Le due aziende trentine – le uniche italiane - accanto ad utility del calibro di EoN e British Gas, e produttori di sistemi di riscaldamento come Vaillant, Bosch e Viessman.

Impianti per produrre energia da biogas: approvati i criteri fondamentali

La Giunta provinciale, su proposta dell'assessore all'agricoltura Michele Dallapiccola, ha approvato i criteri fondamentali per la concessione di contributi per la realizzazione di impianti per la produzione di energia derivante da biogas. Già fin d'ora, si può dire che potranno fruire delle agevolazioni le piccole e medie imprese agricole, singole e associate, nonché i consorzi e le cooperative costituiti tra imprese agricole per realizzare e gestire congiuntamente impianti per la produzione di energia termica, elettrica e meccanica da fonti rinnovabili.

Newsletter Impianti Termici

In questo ultimo periodo stiamo assistendo a continue novità, soprattutto di carattere normativo, in tutti i settori collegati all’energia, al risparmio energetico e in particolar modo agli impianti termici.
L'Osservatorio energia ha messo a disposizione questa Newsletter in grado di raccogliere importanti informazioni e di divulgarle a chi ne faccia richiesta, contribuendo in maniera efficace a mantenere informati i tecnici di settore, le associazioni di categoria, gli enti pubblici, e i privati cittadini.

Scarico a parete

La possibilità di scaricare a parete per le caldaie a gas di potenza non superiore a 35kW è regolata dall'art. 5 comma 9 del DPR 412/1993 e dalla norma UNi7129:2008.
L'articolo 9 del decreto è cambiato più volte in pochi anni e ha generato molta confusione.
Si riporta, quindi, un estratto del decreto aggiornato alle ultime modifiche introdotte dal D.Lgs 04 luglio 2014 n. 102.

Trattamento acqua

Il trattamento dell'acqua di riscaldamento e dell'acqua sanitaria per gli impianti termici è obbligatorio ai sensi del DPR 59/2009 di cui si allega un estratto.
Si allega anche una tabella di riepilogo di quanto riportato nel decreto.
In linea generale la norma da seguire per i sistemi di trattamento acqua è la UNi8065 del 1989.

Risparmio energetico al 30%, ecco la proposta della UE per il 2030

La Commissione europea, ha presentato in una comunicazione ufficiale un nuovo target da includere nel pacchetto clima energia 2030: raggiungere un’efficienza energetica del 30%. In altre parole 5 punti percentuali sopra quanto proposto nella attuale bozza del pacchetto e secondo quanto ritenuto necessario per ottenere una riduzione delle emissioni del 40%. Il rinnovato target si baserebbe sui risultati già raggiunti a livello comunitario: oggi le nuove costruzioni utilizzano la metà dell’energia impiegata nel 1980 e l’industria è circa il 19% meno energivora rispetto al 2001.

L'Italia al secondo posto nella classifica mondiale dell'efficienza energetica

L'ACEEE (America Council for an Energy Efficient Economy) ha pubblicato un rapporto sull'efficienza energetica delle 16 maggiori economie al mondo. La Germania è risultata al primo posto tallonata dall'Italia. Il sito di ACEEE riporta una interessante infografica che riassume i dati più importanti del rapporto.

Dlgs efficienza, in vigore recepimento direttiva 2012/27/Ue

Obbligo dal 2014 per le Amministrazioni pubbliche di riqualificare energeticamente il 3% annuo del proprio parco immobili, obbligo di audit energetico periodico dal 2015 per grandi imprese e imprese "energivore" e analisi costi-benefici obbligatoria prima di realizzare impianti di produzione di energia elettrica o termica sopra i 20 MW.

fonte: reteambiente

Condividi contenuti