Accatastamento impianti in SIRE: Alcuni errori da evitare

Ecco di seguito alcuni errori da evitare nell'utilizzo del SIRE per quanto riguarda l'accatastamento degli impianti termici:

1. Nel momento in cui si inseriscono responsabili e proprietari di impianti, se non si riescono a trovare i soggetti/le imprese inserendo cognome e nome della persona fisica, nome dell'ente o ragione sociale dell'impresa, è bene controllare se le anagrafiche sono già presenti in SIRE inserendo il codice fiscale (anche nel caso di enti e imprese) nel campo "Impresa/Soggetto", attendendo qualche secondo per verificare che il nominativo e/o la ragione sociale appaiano nel menù a tendina alla voce "Impresa/Soggetto" ed eventualmente selezionando i nominativi (si veda l'immagine seguente; cliccare per ingrandirla).

173 Qualora l'anagrafica non sia effettivamente presente (non compare nell'elenco a discesa alla voce "Impresa/Soggetto"), è possibile inserire nuove anagrafiche cliccando sul tasto "Aggiungi anagrafica", e da qui inserendo  il codice fiscale e NON la partita iva (anche nel caso di enti e imprese), cliccando poi su verifica, è possibile inserire effettivamente l'anagrafica, con i dati rischiesti.

172
 
2. Nel caso di sostituzione di un apparecchio (es: caldaia) e contemporanea dismissione di un apparecchio su cui è apposta un etichetta con il codice catasto, per quanto riguarda il SIRE, è necessario procedere come di seguito: nella scheda "Nuovo impianto" bisogna spuntare la voce "Sostituzione impianto", inserirendo entrambi i codici ("nuovo" e "vecchio"), in modo che, contestualmente alla data di attivazione del nuovo apparecchio, venga dismesso il vecchio impianto.
180
 
3. Nella scheda manutenzioni vanno inserite soltanto le manutenzioni periodiche e non ad esempio i controlli di efficienza energetica (cd. "prove fumi") effettuati in corrispondenza della prima accensione dell'impianto (es: nuova installazione o sostituzione del generatore) o in corrispondenza di interventi di manutenzione diversi dalle manutenzioni periodiche (es: interventi di riparazione).
 
4. Quando un impianto termico si compone di più apparecchi similari (stessa marca e stesso modello), per distinguere gli apparecchi l'uno dall'altro ed inserire correttamente le manutenzioni sui dispositivi, è bene numerare i dispositivi progressivamente con "GT1 - Modello", "GT2 - Modello", "GT3 - Modello", ecc... nel campo modello (si veda la seguente immagine per chiarimenti).
176
 
5. Ricordiamo inoltre che, al fine di effettuare l'accatastamento degli impianti in modo preciso, quando si inseriscono i dati tecnici relativi agli apparecchi, è opportuno compilare tutti i campi e non soltanto quelli obbligatori (quelli con asterisco).
177