L'evoluzione dei consumi energetici europei

Il consumo di energia primaria è diminuito tra il 1990 e il 2013 dello 0,2% (per l'Italia +7.3%). Il consumo di combustibili fossili solidi (carbone e prodotti del carbone) è diminuito del 37,1% e quello di petrolio (compresi i prodotti petroliferi) è diminuito del 14,0%, il consumo di fonti rinnovabili è aumentato del 175,7%, quello di gas naturale è aumentato del 32,1% e di energia nucleare del 10,3%. Il consumo di energia primaria ha raggiunto il picco nel 2006 (2005 per l'Italia), e poi è diminuito del 8,8% entro il 2013.


137 EU: consumi di energia primaria


I consumi finali di energia sono aumentati tra il 1990 e il 2013 del 2,3% (per l'Italia +10.2%). Il consumo di combustibili fossili solidi (carbone e prodotti di carbone) è diminuito del 61,7% e il consumo di calore derivato (calore venduto) del 11,6%, il consumo finale di energia di fonti rinnovabili è aumentato del 115,4% e il consumo finale di energia elettrica è aumentato del 28,5%. Il consumo finale di energia ha raggiunto il picco nel 2006 (2005 per l'Italia), e poi è diminuita del 7,0% entro il 2013.

fonte: Eurostat, greenbiz