incentivi

Due appunti dal WEO 2012 ...

Riportiamo due osservazioni dal capitolo Energy Trends to 2035 del World Energy Outlook 2012:

Il GSE pubblica le Regole applicative del Conto Termico

Il GSE ha pubblicato sul proprio sito le Regole applicative del "Conto Termico" che disciplinano le modalità per accedere al meccanismo d'incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili e degli interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica, come da Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012.

Con questa prima pubblicazione delle Regole applicative, contenenti la scheda domanda prevista dall'art.7, comma 1, il GSE intende avviare una consultazione pubblica sulle Regole stesse che resterà aperta fino al 25 marzo 2013.

GSE:pubblicati i nuovi bandi ai Registri e alle Procedure d’Asta per gli incentivi alle rinnovabili

Il GSE pubblica i nuovi Bandi relativi ai Registri e alle Procedure d’Asta per gli incentivi alla produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici, come previsto dal Decreto Ministeriale del 6 luglio 2012. I Registri e le Procedure d’Asta si apriranno il giorno 12 aprile 2013 alle ore 9,00 e si chiuderanno improrogabilmente alle ore 21,00 del 10 giugno 2013.

Habitech organizza un incontro informativo sul Bando FESR 2012

All’incontro saranno presenti Alessandro Olivi, Assessore all’Industria della Provincia Autonoma di Trento ed i tecnici dell’Agenzia provinciale per l’Incentivazione delle Attività Economiche (APIAE), Marchi e Conotter, che illustreranno il bando e risponderanno alle domande degli imprenditori presenti.

Fonte: Habitech.

GSE: il Conto Termico

Con la pubblicazione del DM 28/12/12, il c.d. decreto “Conto Termico”, si dà attuazione al regime di sostegno introdotto dal decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 per l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. è il soggetto responsabile dell’attuazione e della gestione del meccanismo, inclusa l’erogazione degli incentivi ai soggetti beneficiari.

Aperta la call per le proposte di progetto di Intelligent Energy Europe 2013

E' aperta la call per la presentazione dei progetti all'interno dell'iniziativa Intelligent Energy Europe 2013. I temi sono i seguenti:

Piemonte: approvati 39 milioni per il Piano d'azione sull'energia

Le risorse che saranno inizialmente destinate agli interventi previsti dal Piano d'azione 2012-2014 verranno così ripartite:

Incentivi economici al risparmio energetico: T.E.E. o Certificati bianchi

E' disponibile in formato elettronico (vedi file allegato) la presentazione fatta dall'ing. Giulia Benatti, STEA PROGETTO srl, sul tema Gli incentivi economici al risparmio energetico: T.E.E. o Certificati bianchi, presso l'Agenzia provinciale per l'energia della Provincia Autonoma di Trento.

Finanziamento da 45mln per la riqualificazione energetica

La Giunta, su proposta dell'assessore Ugo Rossi, ha approvato preliminarmente i criteri attuativi dell'art. 43 della Finanziaria

INTERVENTI A SOSTEGNO DEL SETTORE EDILIZIO PER IL MIGLIORAMENTO ENERGETICO E PER LE GIOVANI COPPIE

Rinnovabili senza bugie

La campagna informativa APER (Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili) rintuzza alcuni degli attacchi portati alle rinnovabili ed al loro costo per la comunità tramite un dossier ed un pieghevole scandito da divertenti vignette (con educative didascalie).

per maggiori informazioni

Nuovi prezzi minimi garantiti per il ritiro dedicato

Delibera Aeeg, nuovi prezzi minimi garantiti per il Ritiro dedicato

Con delibera ARG/elt 103/11 del 28 luglio 2011, l’Autorità ha ridefinito la struttura e i valori economici dei prezzi minimi garantiti per gli impianti a fonti rinnovabili fino a 1 MW.
A partire dal 2012, per gli impianti che beneficiano del Ritiro dedicato sono previsti scaglioni progressivi e nuovi prezzi minimi diversificati per fonte, ma in ogni caso mai inferiori a 76,2 €/MWh.

Direttiva 2009/28/CE: ultima bozza dello schema di decreto legislativo per le rinnovabili Direttiva 2009/28/CE: ultima bozza dello schema di decreto legislativo per le rinnovabili

Il Dipartimento per gli Affari Giuridici ed Amministrativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha trasmesso ai fini dell'acquisizione del parere della Conferenza, lo schema di decreto legislativo recante recepimento della Direttiva 2009/28/CE  del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile 2009 sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE, approvato dal Consiglio dei Ministri, in esame preliminare, nella riunione del 30 novembre 2010.

Condividi contenuti