normativa

Guida ai contratti per riqualificare gli edifici pubblici

Una Guida ENEA-FIRE fa il punto sui contratti di prestazione energetica e il Finanziamento Tramite Terzi per progetti di efficienza nella Pubblica Amministrazione. Sarà presentata il 7 maggio nel convegno di Solarexpo, “EPC: i Contratti a prestazione garantite per la riqualificazione energetica di edifici e processi industriali”.

Regolazione regionale della generazione elettrica da FER

Il GSE ha pubblicato il rapporto “Regolazione regionale della generazione elettrica da fonti rinnovabili" aggiornato al 31 dicembre 2013. Il documento costituisce un aggiornamento della prima versione pubblicata, relativa al 30 giugno 2013 e presenta nella parte introduttiva un elenco delle principali novità intervenute nel secondo semestre del 2013 in tema di regolazione regionale sulle fonti rinnovabili.

Impianti a biomassa, Camera chiede resoconto a Regioni

Il Governo è invitato presentare alla Camera entro 180 giorni un dossier con le relazioni delle Regioni sugli impianti a biomassa autorizzati e in esercizio. Lo hanno chiesto le Commissioni riunite Ambiente e Attività produttive della Camera nella risoluzione 19 marzo 2014, n. 8-00039

fonte: reteAmbiente

Concessioni idroelettriche, disciplina gare di esclusiva competenza statale

Le procedure di assegnazione delle concessioni idroelettriche attengono alla materia "tutela della concorrenza" e sono di esclusiva competenza statale, nessuna lesione quindi per le competenze anche delle Province autonome.

Certificati bianchi: Guida Enea 2014 per impianti rifiuti

La Guida, emanata dall'Enea ai sensi del Dm 28 dicembre 2012 (articolo 15, comma 2) non è un manuale sull'efficienza energetica ma ha lo scopo di aiutare i gestori degli impianti di trattamento rifiuti a conseguire i titoli di efficienza energetica fornendo un quadro degli interventi di razionalizzazione energetica che possono essere realizzati nel settore.

fonte: reteAmbiente

Certificazione energetica degli edifici: come cambia la UNI/TS 11300

Le parti 1 e 2 della UNI/TS 11300 hanno già superato l’inchiesta pubblica finale UNI e verranno pubblicate nel corso del 2014, mentre i lavori di revisione relativi alla parte 3 non si sono ancora conclusi. Gli ultimi aggiornamenti sulle specifiche tecniche UNI/TS 11300 sono riportati anche sul numero di gennaio 2014 della rivista in PDF Energia e Dintorni, edita dal Comitato Termotecnico Italiano.

Energia, legittimo per lo Stato superare inerzia della Regione

In caso di atti dello Stato in materia di energia per i quali ci vuole l'intesa o l'assenso della Regione interessata, è legittimo per l'Amministrazione statale superare l'inerzia dell'Ente territoriale adottando il provvedimento.

 

Il GSE ricostruisce il puzzle delle autorizzazioni regionali per le FER

Per quanto riguarda la costruzione di nuovi impianti a fonti rinnovabili lo Stato ha il compito di disciplinare i principi fondamentali ma, sulla base del Titolo V della Costituzione, anche le Regioni concorrono nell’elaborazione della normativa di riferimento. Nell’ultimo decennio un vasto complesso di funzioni amministrative è stato conferito alle Regioni, le quali in molti casi le hanno delegate alle Province. Le Regioni e le Province legiferano quindi in autonomia sull’energia ma sempre nel rispetto degli indirizzi statali.

Consiglio di Stato, impianti fotovoltaici anche in area agricola

La realizzazione di un impianto fotovoltaico è ammessa in area agricola anche qualora la normativa urbanistica regionale non ne preveda la realizzazione, in forza dell'attuazione del principio Ue di sviluppo delle rinnovabili (direttiva 2001/77/Ue).

fonte: reteambiente

Un’etichetta energetica spingerà il solare termico

Come già successo nell’illuminazione, anche nel riscaldamento domestico la maggiore efficienza degli apparecchi in commercio sarà una questione d’etichetta. Lo scorso 6 settembre la Commissione Europea ha infatti pubblicato i regolamenti che stabiliscono le norme per l’etichettatura energetica e l’eco-design dei prodotti per il riscaldamento degli ambienti e degli scaldacqua fino a 400 kW di potenza nominale alimentati con l’energia solare.

L'ecobonus: una raccolta di notizie sempre aggiornata ...

Il disegno di legge di conversione del decreto legge 4 giugno 2013 n. 63 (il cosiddetto ecobonus) è stato approvato in via definitiva. Esso contiene la proroga fino a dicembre degli interventi di ristrutturazione e una serie di provvedimenti che estendono le misure di riqualificazione energetica di immobili ed edifici.

L'osservatorio per l'energia ha predisposto una raccolta di notizie sull'argomento.

Certificazione energetica: alcune novità in Alto Adige ...

Le novità:

  • viene istituita una classe energetica ad hoc per i risanamenti energetici di vecchi edifici, la CasaClima R;
  • nuovi edifici: l'obbligo CasaClima A slitta di 2 anni (quindi al 2017)
  • centri storici, detrazione fiscale anticipata in un'unica soluzione: per quanto concerne il risanamento degli edifici presenti all'interno dei centri storici, la Provincia autonoma di Bolzano “anticiperà in un'unica soluzione il bonus fiscale offerto dallo Stato su un periodo di dieci anni.

fonte: casa&clima

Convertito in legge il decreto Ecobonus

Con l'approvazione del Senato (con 249 sì e due no), viene convertito in legge il decreto DL 63/2013, che proroga le detrazioni per la riqualificazione energetica e la ristrutturazione degli edifici, introduce il bonus mobili ed elettrodomestici e recepisce la Direttiva ‘Edifici a energia quasi zero’. L'articolo di edilportale riporta gli aspetti fondamentali del decreto che riguardano:

I dossier del CTI sulla rivista Energia e Dintorni

Energia e Dintorni, la rivista del CTI - Comitato Termotecnico Italiano,  contiene in ogni numero un dossier interessante. Accedendo all'archivio, pubblicamente disponibile, troviamo che nel 2013 sono stati pubblicati i seguenti dossier:

DL 63/2013 sulla prestazione energetica in edilizia: le proposte di modifica delle Regioni

Le modifiche proposte dalle Regioni al DL 63/13 prevedono di escludere dall’applicazione del decreto gli impianti industriali sprovvisti di impianti di climatizzazione (art. 3 comma 1, 3. lett. b) per semplificare l’applicazione della norma sul territorio; sopprimere il comma 11 dell’art. 6 relativo all’attestato di qualificazione energetica, sempre per semplificare l’applicazione della norma; accogliere la proposta emendativa di cui all’art.

Efficienza energetica: evoluzione del quadro normativo

La direttiva 31/2010/ce, recepita in Italia con Dl 4 giugno 2013, n.

Tempo scaduto: chiuso ufficialmente il quinto Conto energia

Sono 531.242 gli impianti che, allo scorso 6 giugno, hanno presentato la richiesta di incentivazione, per una potenza complessiva di 18.217 MW

Da ACE ad APE: alcuni chiarimenti

Il Mise tiene a ricordare che per non creare un vuoto normativo le norme transitorie mantengono la vigenza e solo dall'entrata in vigore dei decreti di aggiornamento della metodologia di cui all'articolo 4, verrà abrogato il DPR 59/2009 (;articolo 13 dl 63/2013).

Incentivi: dai mobili alle finestre come ottenere le agevolazioni fiscali

Proroga di sei mesi per le ristrutturazioni edilizie. Il bonus è stato confermato nella misura del 50% fino a una spesa di 96 mila euro. Il limite è annuale per singola abitazione. La detrazione si spalma su dieci anni in altrettante rate dal valore costante. Non servono molti documenti per ottenere il beneficio: è sufficiente presentare una fattura e pagare attraverso un bonifico tracciabile ...

fonte: corriere.it

Il Governo recepisce la direttiva 2010/31/UE sugli edifici ad energia quasi zero

Il decreto di recepimento prevede l'attuazione entro il 31 dicembre 2014 di un Piano nazionale che comprenda l’indicazione del modo in cui si applica tale definizione, gli obiettivi intermedi di miglioramento della prestazione energetica degli edifici di nuova costruzione entro il 2015, informazioni sulle politiche e sulle misure finanziarie o di altro tipo adottate per promuovere il miglioramento della prestazione energetica degli edifici.

Effetto nimby sull'energia rinnovabile

Nel condominio Italia si continua a litigare. Sempre di più e soprattutto attorno alle opere a carattere energetico, in particolare nel settore delle rinnovabili. Nel 2012 le contestazioni contro i progetti di nuove infrastrutture sono impennate infatti del 7% rispetto all'anno precedente. Il dato emerge dal lavoro dell'Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora la situazione delle opposizioni contro opere pubbliche e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto.

...

Condomini, MI CamCom lancia il contratto tipo per il “Servizio energia”

Promosso dalla Camera di Commercio di Milano, il contratto, che prevede clausole più “trasparenti”, permette di ripagare i costi dei lavori di riqualificazione con i riparmi in bolletta.

Conto Termico: i registri aprono il 3 giugno

Il GSE comunica che dalle ore 9 del 3 giugno 2013 alle ore 21 del 1° agosto 2013 è possibile presentare le richieste di iscrizione ai Registri riservati agli interventi di cui all’art. 4, comma 2 lettere a) e b) del D.M. 28 dicembre 2012.

fonte: QualEnergia

Ispezioni impianti termici e certificatori energetici, in arrivo i regolamenti nazionali

Il Capo dello Stato ha firmato nei giorni scorsi i due regolamenti su disciplina di esercizio, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici e sui requisiti dei certificatori energetici degli edifici. I provvedimenti entreranno in vigore dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Conto termico, ecco le regole applicative definitive

Il GSE ha pubblicato la versione definitiva delle "Regole applicative del Conto Termico". Si completa così il quadro normativo necessario alla regolazione degli incentivi introdotti dal Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012, il cosiddetto Conto termico, che disciplina le modalità per accedere al meccanismo d’incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili e degli interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica.

fonte: QualEnergia

CSS-Combustibile, MinAmbiente adegua Codice ambientale

Se il Dm 14 febbraio 2013, n. 22 aveva stabilito l'end of waste, le modalità di produzione del CSS-Combustibile e le condizioni per l'utilizzo, il Dm 20 marzo 2013 in parola modificando l'allegato X del Codice ambientale, include il CSS nell'elenco dei combustibili che si possono utilizzare negli impianti di cui al Titolo I, Parte V, dello stesso Codice dell'ambiente.

Regolamento sui requisiti dei soggetti certificatori energetici degli edifici

A distanza di circa sei anni dall’emanazione del D.Lgs. 311/2006, che ha integrato e modificato il testo del D.Lgs. 192/2005, il 15 febbraio scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di Decreto Presidenziale (di seguito “Regolamento” o “Decreto”) recante i requisiti per i soggetti certificatori energetici degli edifici, previsto dall’art. 4 comma 1 lettera c) del D.Lgs. 192/2005.

Rifiuti: decreto 'end of waste'

Con il decreto del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 14 febbraio 2013, n. 22, è stato istituito il cosiddetto meccanismo end of waste, finalizzato a chiarire quando un rifiuto, a valle di determinate operazioni di recupero, cessa di essere tale. Il provvedimento è il primo strumento, in attuazione dell'art. 184-ter, D.Lgs. n.

Condividi contenuti