energia

Italia: la storia dell'asino e dell'economista

Riportiamo di seguito la traduzione di un intervento del prof. Ugo Bardi che illustra la potenziale pericolosità di accettare in modo acritico e superficiale le storie raccontate tramite indicatori statistici troppo aggregati e che risultano, in alcuni casi limite, mal definiti.

Dolomiti Energia accende i primi generatori a fuel cell made in Trentino

Unici partecipanti italiani al progetto europeo ene.field, SOFCpower ed il Gruppo Dolomiti Energia sono entrati a far parte della piu’ grande dimostrazione in Europa, su larga scala, di sistemi a celle a combustibile per il mercato residenziale e commerciale. Le due aziende trentine – le uniche italiane - accanto ad utility del calibro di EoN e British Gas, e produttori di sistemi di riscaldamento come Vaillant, Bosch e Viessman.

Impianti per produrre energia da biogas: approvati i criteri fondamentali

La Giunta provinciale, su proposta dell'assessore all'agricoltura Michele Dallapiccola, ha approvato i criteri fondamentali per la concessione di contributi per la realizzazione di impianti per la produzione di energia derivante da biogas. Già fin d'ora, si può dire che potranno fruire delle agevolazioni le piccole e medie imprese agricole, singole e associate, nonché i consorzi e le cooperative costituiti tra imprese agricole per realizzare e gestire congiuntamente impianti per la produzione di energia termica, elettrica e meccanica da fonti rinnovabili.

Un gioco di carte sull'energia: The University of Manchester Energy Database

L'Istituto Nucleare Dalton dell'Università di Manchester ha creato un gioco di carte didattico per esplorare alcune caratteristiche delle diverse fonti energetiche, con particolare riferimento alla realtà del Regno Unito.

Disponibile 'Yearbook 2014: Global Energy Market Review'

Enerdata rilascia l'edizione 2014 del suo Annuario Statistico 'Global Energy'. Yearbook 2014 è un'applicazione interattiva online, gratuita,  che fornisce statistiche energetiche mondiali utilizzando una interfaccia interattiva con mappe e grafici,

E' possibile accedere a:

Elettricità da bioenergia, la tassazione trova la franchigia

Sull'energia da rinnovabili agroforestali si applica il coefficiente di redditività del 25%, ma solo sopra la franchigia. È la novità del Ddl che converte il Dl 66/2014 approvato definitivamente dalla Camera.

Niente franchigia per il periodo d'imposta successivo; a partire dal 2015 tale reddito sarà determinato con l'aliquota del 25% sull'ammontare dei corrispettivi delle operazioni di produzione e cessione di elettricità soggette a registrazione agli effetti dell'imposta sul valore aggiunto.

Stufe a pellet, Iva agevolata 10% se riscaldano solo l'ambiente

Se la stufa a pellet serve solo a riscaldare l'ambiente in cui è posta, allora fiscalmente è parte indistinta della prestazione di servizi realizzata e sconta l'aliquota del 10% (articolo 7, legge 488/1999 portata a regime dall'articolo 2, comma 11, legge 191/2009).

fonte: reteambiente

Pellet, l’Europa si attrezza per il boom dell’import

Avviato al Terminal Rinfuse di Genova un invetimento da 13 milioni di euro, dedicato a un impianto per l’insaccaggio e pallettazione del pellet. Nel 2014 è previsto un volume di 50 mila tonnellate di prodotto insaccato e pallettizzato, valore che dovrebbe raggiungere le 60 mila tonnellate nel 2015 e le 70 mila tonnellate nel 2016. Insomma numeri significativi e, soprattutto, in continua crescita.

Produzione elettricità da bioenergie, sale la tassazione

Ai corrispettivi da produzione e cessione di elettricità da fonti rinnovabili agroforestali effettuate da imprenditori agricoli si applica il coefficiente di redditività del 25%. Lo stabilisce il Dl 24 aprile 2014, n. 66.

fonte: reteambiente

Regolazione regionale della generazione elettrica da FER

Il GSE ha pubblicato il rapporto “Regolazione regionale della generazione elettrica da fonti rinnovabili" aggiornato al 31 dicembre 2013. Il documento costituisce un aggiornamento della prima versione pubblicata, relativa al 30 giugno 2013 e presenta nella parte introduttiva un elenco delle principali novità intervenute nel secondo semestre del 2013 in tema di regolazione regionale sulle fonti rinnovabili.

EnergiAmica: i risultati del concorso

Ecco la classifica finale del CONCORSO ENERGIA AMICA E BUONE PRATICHE PER IL CLIMA:

CLASSI 4^ E 5^ DELLA SCUOLA PRIMARIA DELLA PROVINCIA DI TRENTO

  1. Classificato: classe VA - Scuola Primaria di “Madonna Bianca”
  2. Classificato: classe VA - Scuola Primaria di “Aldeno”

CLASSI 1^ 2^ E 3^ DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELLA PROVINCIA DI TRENTO

Le foreste italiane sono un patrimonio di energia

L’Italia è attualmente la nazione europea con il minor rapporto tra legna prelevata e quella prodotta: teoricamente, le foreste del Belpaese potrebbero assicurare ogni anno ben tre milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep), senza danneggiare gli ecosistemi né la varietà di specie animali e vegetali. Basterebbe sfruttare i tagli di legna dei boschi cedui e delle fustaie, i residui delle potature e dello sfrondamento dei filari.

fonte: Tekneco

Pellet, aumenta la dipendenza Ue dal Nord America

In soli sei anni il consumo di pellet di legno nel Vecchio Continente è aumentato più di tre volte ( da 4,6 milioni di tonnellate nel 2006 a 14,3 milioni di tonnellate nel 2012 ) . Nello stesso periodo la produzione è triplicata ( da 3,5 milioni a 10 milioni di tonnellate) , mentre le importazioni sono addirittura cresciute di cinque volte ( da appena 800.000 tonnellate nel 2006 a 4,4 milioni di tonnellate nel 2012) .

Energia, legittimo per lo Stato superare inerzia della Regione

In caso di atti dello Stato in materia di energia per i quali ci vuole l'intesa o l'assenso della Regione interessata, è legittimo per l'Amministrazione statale superare l'inerzia dell'Ente territoriale adottando il provvedimento.

 

Il GSE ricostruisce il puzzle delle autorizzazioni regionali per le FER

Per quanto riguarda la costruzione di nuovi impianti a fonti rinnovabili lo Stato ha il compito di disciplinare i principi fondamentali ma, sulla base del Titolo V della Costituzione, anche le Regioni concorrono nell’elaborazione della normativa di riferimento. Nell’ultimo decennio un vasto complesso di funzioni amministrative è stato conferito alle Regioni, le quali in molti casi le hanno delegate alle Province. Le Regioni e le Province legiferano quindi in autonomia sull’energia ma sempre nel rispetto degli indirizzi statali.

Consiglio di Stato, impianti fotovoltaici anche in area agricola

La realizzazione di un impianto fotovoltaico è ammessa in area agricola anche qualora la normativa urbanistica regionale non ne preveda la realizzazione, in forza dell'attuazione del principio Ue di sviluppo delle rinnovabili (direttiva 2001/77/Ue).

fonte: reteambiente

Un’etichetta energetica spingerà il solare termico

Come già successo nell’illuminazione, anche nel riscaldamento domestico la maggiore efficienza degli apparecchi in commercio sarà una questione d’etichetta. Lo scorso 6 settembre la Commissione Europea ha infatti pubblicato i regolamenti che stabiliscono le norme per l’etichettatura energetica e l’eco-design dei prodotti per il riscaldamento degli ambienti e degli scaldacqua fino a 400 kW di potenza nominale alimentati con l’energia solare.

Piano Clima: Energia-Alto Adige-2050

Energia-Alto Adige-2050 indica la strada che l’Alto Adige intende seguire per diventare un KlimaLand riconosciuto a livello internazionale e adottare un approccio sostenibile alla questione energetica. Il documento strategico si concentra su un orizzonte temporale più ampio rispetto ad altri strumenti di pianificazione adottati dalla Provincia. Gli obiettivi e le misure contenuti in questo documento delineano, infatti, il percorso da seguire nei prossimi quattro decenni.

Energia, la bolletta di gruppo per spuntare il prezzo migliore

Sono già pù di 90mila gli italiani che hanno aderito al primo gruppo di acquisto creato in Italia da Altroconsumo, per ottenere il prezzo più basso di elettricità e gas. A settembre le varie società fornitrici si aggiudicheranno attraverso un'asta questo consistente "pacchetto" di clienti.

fonte: Repubblica.it

Nuovi barometri EurObserv'ER sulle rinnovabili

Il sito EurObserv'ER contiene alcuni nuovi barometri:

nonchè il bilancio complessivo delle rinnovabili relativo al 2012.

Tutti i barometri sono stati inseriti nella biblioteca interna dell'Osservatorio ed indicizzati.

I dossier del CTI sulla rivista Energia e Dintorni

Energia e Dintorni, la rivista del CTI - Comitato Termotecnico Italiano,  contiene in ogni numero un dossier interessante. Accedendo all'archivio, pubblicamente disponibile, troviamo che nel 2013 sono stati pubblicati i seguenti dossier:

Biomassa, quattro mosse per capire se è conveniente

  1. Valutazione delle domanda di calore,
  2. della disponibilità della biomassa a livello locale,
  3. analisi tecnica ed economica,
  4. gestione della filiera e schema di contratto calore

Sono queste le quattro fasi che hanno portato alla redazione di tre studi di fattibilità per la realizzazione di altrettanti impianti a biomassa nei comuni di Piazzatorre, S.Ombrono Terme e Alzano Lombardo (tutti in provincia di Bergamo).

Nuovi flussi di notizie nell'aggregatore dell'Osservatorio

Sono disponibili due nuovi flussi informativi all'interno dell'aggregatore di notizie dell'Osservatorio:

regioni.it:

Ultime notizie pubblicate relative a "energia" nella sezione ambientEnergia dal sito della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

canaleenergia:

Tempo scaduto: chiuso ufficialmente il quinto Conto energia

Sono 531.242 gli impianti che, allo scorso 6 giugno, hanno presentato la richiesta di incentivazione, per una potenza complessiva di 18.217 MW

Il Regno Unito aggiorna i valori del Renewable Heat Premium Payment

Il meccanismo governativo di pagamento riservato ai cittadini britannici che hanno scelto di convertirsi a sistemi di riscaldamento più ecologici ha raddoppiato il valore dei voucher. Lo ha annunciato il governo dichiarando che i buoni messi a disposizione dal Renewable Heat Premium Payment (RHPP) sono arrivati a 2.300 sterline per le pompe di calore geotermiche, 2.000 per le caldaie a biomassa, 1.300 per pompe di calore ad aria e 600 per impianti solari.

Effetto nimby sull'energia rinnovabile

Nel condominio Italia si continua a litigare. Sempre di più e soprattutto attorno alle opere a carattere energetico, in particolare nel settore delle rinnovabili. Nel 2012 le contestazioni contro i progetti di nuove infrastrutture sono impennate infatti del 7% rispetto all'anno precedente. Il dato emerge dal lavoro dell'Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora la situazione delle opposizioni contro opere pubbliche e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto.

...

Conto Termico: i registri aprono il 3 giugno

Il GSE comunica che dalle ore 9 del 3 giugno 2013 alle ore 21 del 1° agosto 2013 è possibile presentare le richieste di iscrizione ai Registri riservati agli interventi di cui all’art. 4, comma 2 lettere a) e b) del D.M. 28 dicembre 2012.

fonte: QualEnergia

Barometro EurObserv'ER: Fotovoltaico 2012

EurObserv'ER ha pubblicato il nuovo rapporto sullo stato del fotovoltaico in Europa al 2012. Dopo l'euforia del 2011 il mercato europeo del fotovoltaico ha rallentato. Nel 2012 sono stati installati 16 GWp di nuova capacità, rispetto ai 22 GWp del 2011, con una riduzione quindi del 25%. A livello globale il mercato ha generalmente tenuto con l'installazione di circa 30 GWp, rafforzato dall'andamento dei mercati americani ed asiatici.

Il barometro è stato inserito nella biblioteca dell'oseervatorio.

Condividi contenuti