Termoregolazione e contabilizzazione - detrazione 50%

Grazie alla 'Legge di stabilita' 190/14 è possibile beneficiare anche nel 2015 della Detrazione 50% IRPEF per le cosiddette ristrutturazioni edilizie, fino ad un massimo di 96.000 euro per unita immobiliare, in 10 anni. Secondo l' art. 16-bis, comma 1, del D. P.R. 917/86 e s.m.i. (art. introdotto dal DL 201/11 , poi convertito nella Legge 214/11) la Detrazione IRPEF per le ristrutturazioni edilizie si applica anche agli interventi relativi alla realizzazione di opere finalizzate al risparmio energetico. L'Agenzia delle Entrate nella Circolare n.

BTZ - utilizzo e limitazioni

L'utilizzo di olio combustibile ed altri distillati pesanti di petrolio con basso contenuto di zolfo (BTZ) è consentito solamente negli impianti produttivi nei quali i gas combusti o le fiamme vengono a contatto diretto con i materiali da essiccare, come ad esempio gli impianti per la produzione di asfalti. Inoltre l'utilizzo di BTZ era consentito fino al 30 settembre 2014 su tutti gli impianti produttivi e misti che alla data del 17 settembre 2008 funzionavano già a BTZ.

Detrazione 65% - sito Enea

Sul portale dedicato alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico gestito dall'Enea sono riepilogati tutti i lavori incentivati. Per ciascun tipo di lavoro è stata approntata una scheda riepilogativa dei requisiti tecnici richiesti e della documentazione da approntare. Si tratta, quindi, di un vero e proprio vademecum su cosa fare.

FAQ Ministero - aggiornamento al 12 febbraio 2015

Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è stato pubblicato un aggiornamento al 12 febbraio 2015 delle domande più frequenti relative all'efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva.

Sistemi di accumulo: una spinta da Tesla?

 Il ceo Tesla, Elon Musk, ha infatti fatto sapere di essere pronto a portare sul mercato una nuova generazione di batterie al litio disegnate appositamente per alimentare le abitazioni o supportare le grandi utility a immagazzinare energia in maniera più efficiente.

Bruxelles lancia credito low cost per progetti clima-energia

Lancio a Bruxelles di due nuovi meccanismi di finanziamento per incentivare progetti di efficienza energetica, tutela della natura e di adattamento ai cambiamenti climatici nell'Ue. Ad essere interessati a prestiti 'low cost' in questi settori non solo le piccole e medie imprese, ma anche gli enti locali.

L'idea è quella di finanziare 10-12 azioni pilota per ciascun meccanismo da qui fino al 2017, che poi ogni Stato membro può replicare usando i fondi strutturali

Nuovi indirizzi tecnici acquedotti

approvati con D.G.P. 132/2015 [it: acquedotto] [en: aqueduct] [de: Aquädukt]

Il progetto EnerSaving e la piattaforma Kiui: un supporto al risparmio energetico

Il progetto EnerSaving è basato sulla piattaforma Kiui, un applicativo web che fornisce ai cittadini una visione dettagliata del consumo elettrico medio aggregato e disaggregato dei dispositivi presenti nel loro contesto residenziale. Un sistema che permette di capire come ciascuno può contribuire al tema della sostenibilità ambientale con azioni virtuose risparmiando sui consumi elettrici domestici.

Consulta: 'Robin Tax' illegittima perché 'irragionevole'

La norma è illegittima dal 12 febbraio 2015 ma le somme riscosse non saranno restituite. Per la Corte erano lodevoli le intenzioni del Legislatore, irragionevoli i mezzi per realizzarle. L'addizionale che voleva colpire gli extra profitti delle grosse aziende energetiche fatti speculando sul prezzo del petrolio, in realtà colpiva tutto il reddito d'impresa. Inoltre era una misura senza una scadenza, slegata alla congiuntura economica. Infine non conteneva un meccanismo che impedisse di traslare l'imposta sul consumatore finale.

L'evoluzione dei consumi energetici europei

Il consumo di energia primaria è diminuito tra il 1990 e il 2013 dello 0,2% (per l'Italia +7.3%). Il consumo di combustibili fossili solidi (carbone e prodotti del carbone) è diminuito del 37,1% e quello di petrolio (compresi i prodotti petroliferi) è diminuito del 14,0%, il consumo di fonti rinnovabili è aumentato del 175,7%, quello di gas naturale è aumentato del 32,1% e di energia nucleare del 10,3%. Il consumo di energia primaria ha raggiunto il picco nel 2006 (2005 per l'Italia), e poi è diminuito del 8,8% entro il 2013.


137 EU: consumi di energia primaria

Simulazione Prestazioni energetiche edifici, la conferenza a Bolzano

Il 5 e 6 febbraio si è tenuto presso la Libera Università di Bolzano il convegno “Building Simulation Applications 2015”, seconda edizione della conferenza sulla simulazione delle prestazioni energetiche degli edifici.
Alcuni degli argomenti che ruotano attorno alle prestazioni energetiche degli edifici affrontati dalla sessioni tecniche sono stati: “Lighting modelling and control”, “User behavior and comfort”, “High performance buildings and retrofit”, “Energy Systems” e “Solar radiation modelling”.

M'illumino di meno 2015

13 febbraio, festa del risparmio energetico

Quest'anno in particolare, dopo il Nobel per la Fisica riconosciuto agli inventori del LED e la proclamazione del 2015 come Anno Internazionale della Luce da parte dell’Onu, M’illumino di meno dedicherà speciale attenzione ai comuni che sono passati all’illuminazione a basso consumo e alle adesioni a base di Led.

[it: illuminazione] [en: lighting] [de: Beleuchtung]

La persistenza della moral suasion e degli incentivi economici: prove sperimentali nel campo della domanda energetica

Aziende e governi utilizzano spesso la moral suasion e gli incentivi economici per influenzare motivazioni intrinseche (ed estrinseche) per varie attività economiche.

Autovetture: decisa tassazione della CO2 emessa, bassa emissione del parco macchine

Il recente rapporto How Clean are Europe’s cars riporta che i paesi con le più basse emissioni di CO2 delle autovetture nuove di solito hanno  imposte di registrazione e per le  auto aziendali fortemente indicizzate  in base alle emissioni di CO2 e questo ha una influenza rilevante sulle scelte degli acquirenti di automobili.

Quali sono i produttori di auto meglio preparati per un futuro a basse emissioni?

A porsi questa domanda è stato il rapporto del gruppo CDP, pubblicato recentemente. Il rapporto chiede alle imprese di rivelare pubblicamente i dettagli riguardo alle misure di adattamento ai rischi ambientali, in modo da facilitare le decisioni di investimento. I risultati sono sconcertanti in diversi casi: alcune aziende sono così indietro nello sviluppo di motori poco inquinanti che potrebbero subire pesanti sanzioni se non riescono a accelerare gli sforzi.
 133

Emissioni impianti a biomassa

Gli impianti a biomassa di potenza termica nominale superiore a 35kW devono rispettare le emissioni previste dal D.Lgs. 152/2006. In particolare  gli impianti di potenza fino a 150kW  (compreso) possono emettere polveri fino ad un massimo di 200mg/Nmc (milligrammi per normalmetrocubo).

Fori piano cottura - posizionamento

In alcune cucine per mancanza degli appositi sfiati, sono installate "cappe a filtri" con ricircolo di aria direttamente nell'ambiente di installazione. Questi dispositivi non espellono i vapori di cottura all'esterno, ma semplicemente filtrano l'aria prelevata e la reimmettono in cucina. Le "cappe a filtri" si possono individuare facilmente data l'assenza di un condotto per l'espulsione dei vapori all'esterno e per il getto d'aria proveniente dalla parte superiore dell'apparecchio solitamente in direzione orizzontale.

Incentivi 2015 per il riscaldamento a legna e a pellet

Non più solo in caso di sostituzione dell'impianto di riscaldamento: da gennaio 2015 gli impianti di climatizzazione invernale a biomasse godono delle detrazioni fiscali del 65% anche per le installazioni ex-novo. Assieme all'estensione all'acquisto e all'installazione di schermature solari (si veda qui), questa è la più importante tra le novità introdotte all'ecobonus, che è stato prorogato fino al 31 dicembre 2015, come per le detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie.

Domanda nazionale di energia elettrica gennaio 2015: -1.1%

Il rapporto mensile sul sistema elettrico pubblicato come di consueto da Terna indica che a gennaio 2015 la richiesta di energia elettrica è stata pari a 26,417 TWh, in calo del 2,0 % rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. La domanda di gennaio, depurata dagli effetti contrapposti calendario-temperatura (si è registrata una temperatura media inferiore di 1°C rispetto al gennaio 2014 e c’è stato un giorno lavorativo in meno) indica un calo del -1,1%.

132

'Era del petrolio': fine all'orizzonte?

Le ragioni della posizione di OPEC che ha portato al crollo del prezzo del greggio sono state oggetto di varie speculazioni. Un articoletto apparso su CleanTechnica presenta una interessante prospettiva.

Emas: in arrivo criteri per commercio al dettaglio

Ufficializzata il 2 febbraio 2015 la proposta di decisione della Commissione europea sui criteri per l'adesione al sistema volontario Emas da parte delle aziende del commercio al dettaglio.
L'organizzazione del settore del commercio al dettaglio registrata al sistema comunitario di ecogestione e audit Emas è tenuta a dimostrare nella dichiarazione ambientale come siano state applicate le migliori pratiche di gestione ambientale e gli esempi di eccellenza previsti dalle regole allegate alla decisione in parola.

fonte: reteambiente

Sulla realizzabilità degli scenari a basse emissioni

Recentemente è stato pubblicato un interessante articolo di rassegna che confronta numerosi scenari di decarbonizzazione investigando in particolare la loro fattibilità:

A critical review of global decarbonization cenarios: what do they tell us about feasibility?

ESAMI CERTIFICATORI

Valutazione prove scritte e date prove orali

Scaldacqua impianto termico?

L'art. 2 comma I-trieces) del D.Lgs. 192/2005 afferma:

Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente alla produzione di acqua calda sanitaria al servizio di singole unità immobiliari ad uso residenziale ed assimilate.

Quindi uno scaldacqua che produce esclusivamente acqua calda sanitaria per un appartamento non è mai un impianto termico, indipendentemente dalla sua potenza nominale, e non va inserito nel libretto d'impianto per la climatizzazione di cui al DPR74/2013.

L'art. 1 comma 2 del DM 12 aprile 1996 afferma:

Trentino Alto Adige, regina italiana della Green Economy

E’ il Trentino Alto Adige la regione più “verde” d’Italia. Lo rivela il nuovo rapporto di Fondazione Impresa che mette a fuoco i progressi regionali (e non) sul fronte Green economy 2014. Il punteggio ottenuto nell’indice 2014 (0,685) stabilisce una vera e propria leadership, specie se si confronta con gli immediati inseguitori: Marche e Valle d’Aosta (rispettivamente al 2° e 3° posto) ottengono punteggi inferiori a 0,3 ovvero un risultato nemmeno pari alla metà di quanto fatto registrare dal Trentino Alto Adige.

La Energiewende procede come pianificato

Un recente rapporto di Agora, un think tank tedesco, mostra che la transizione energetica (Energiewende) della Germania procede secondo quanto stabilito.

129

Una serie di grafici mostra come gli obiettivi rinnovabili siano sulla buona strada, abbiano  abbassato le emissioni, disaccoppiato il consumo di energia dalla crescita economica, spinto i prezzi all'ingrosso fino a minimi record, e stiano  ora spingendo verso il basso i prezzi al dettaglio.

Piano cottura e sorveglianza di fiamma

Già da diversi anni i piani cottura vengono dotati del dispositivo di sorveglianza di fiamma, più comunemente chiamato termocoppia. Si tratta infatti di un dispositivo poco costoso in grado di interrompere l'alimentazione del gas metano al piano cottura in assenza di fiamma, evitando la fuoriuscita accidentale di gas.

L'evacuazione dei vapori di cottura può essere realizzata attraverso 3 dispositivi differenti:

CATASTO PROVINCIALE PER LE CERTIFICAZIONI ENERGETICHE

Conclusa la costituzione del sistema informativo per l'archiviazione degli attestati di prestazione energetica provinciali

Falegnamerie e impianti termici

Le falegnamerie sono attività soggette alle visite e ai controlli di prevenzione incendi da parte dei VVF quando hanno in lavorazione e/o in deposito più di 50 quintali di legname, secondo l’Allegato I (attività 37) del D.Lgs. 151/2011. Il fattore di maggiore pericolo è rappresentato senz’altro dalla presenza di polveri che entro determinati limiti di concentrazione comportano elevati rischi di esplosione.

Indagine sul consumo energetico delle famiglie numerose in Trentino

L'Agenzia per la famiglia ha incaricato FBK di realizzare una ricerca che verifichi se, a parità di alcune condizioni, quali reddito, dimensione della famiglia, ecc., la percezione del contributo economico - che la PAT dal 2011 concede una volta all'anno ad alcune delle famiglie numerose residenti in Trentino - produce un effetto (incremento o decremento) nei consumi energetici domestico. Si tratta di un contributo concesso alle famiglie con 3 o più figli e sulla base dell'ICEF per abbattere i costi connessi ai consumi idrici ed energetici.

Condividi contenuti